In occasione dell’edizione 2015 del CES di Las Vegas, HP ha svelato, in anteprima mondiale, due nuove interessanti soluzioni per il mondo dei PC Desktop di fascia bassa. Si tratta dell’HP Pavilion Mini e dell’HP Stream Mini, due dispositivi, dotati di specifiche tecniche piuttosto differenti, che rientrano nella fascia di mercato dei mini PC con sistema operativo Windows 8.1.

L’HP Pavilion Mini è disponibile in due configurazioni, una con processore  Intel Pentium 3558U ed un’altra con Intel Core i3-4025U. Per entrambe è prevista la presenza di 4 GB di memoria RAM eventualmente espandibili ad 8 GB ed un hard disk da 500 GB. L’HP Pavilion Mini presenta quattro porte USB, una porta HDMI, una ethernet ed una Display Port che garantisce il supporto a due monitor. Il prezzo di listino del modello entry level è fissato a 320 dollari con debutto, negli USA, tra la fine di gennaio e l’inizio del mese di febbraio.

L’HP Stream Mini, invece, è disponibile con configurazioni di fascia più bassa caratterizzandosi come una proposta entry level di HP per il particolare mercato dei mini PC. L’HP Stream Mini presenta, nella sua versione base, un processore Intel Celeron 2957U con 2 GB RAM ed un SSD da 32 GB con la possibilità di poter contare, per due anni, su 200 GB di spazio gratuito sul servizio di cloud storage di Microsoft OneDrive. Il modello base dell’HP Stream Mini si presenterà sul mercato americano al prezzo di 179 dollari. Anche in questo caso il debutto è previsto tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio. Per entrambi i dispositivi, nella confezione saranno inclusi mouse e tastiera di HP. Per ora non ci sono dettagli in merito alla commercializzazione, comunque piuttosto probabile, dei nuovi dispositivi in Europa.