A partire dalla giornata di oggi diventano attive alcune modifiche che Microsoft ha introdotto nell’utilizzo di Cortana, l’assistente digitale di Windows 10. Dopo l’update di oggi, introdotto lato server e quindi già disponibile per tutti gli utenti, Cortana funzionerà unicamente con il browser Edge e con il motore di ricerca Bing che saranno gli unici canali utilizzati da Cortana per assisterci nelle nostre ricerche e nelle varie attività in cui richiederemo il suo supporto.

Già nei mesi scorsi, diversi sviluppatori terzi avevano creato estensioni di terze parti per permettere a Cortana di indirizzare i risultati delle sue ricerche in Google Chrome. Di recente, inoltre, Google e Mozilla hanno introdotto delle nuove funzionalità che permettono a Chrome e Firefox di reinderizzare le ricerche da Cortana senza bisogno di app di terze parti. cortana

Per bloccare questa fuga da Edge e Bing, Microsoft ha modificato il sistema di Cortana obbligando gli utenti ad utilizzare i suoi strumenti. Stando a quanto riferito dall’azienda americana, Edge e Bing offrono un servizio perfettamente integrato con Cortana e garantiscono, quindi, maggiore sicurezza ed affidabilità, soprattutto nei compiti più complicati svolti da Cortana stessa.

Dopo l’update di oggi, a prescindere da quale sia il browser predefinito nel nostro PC, Cortana utilizzerà sempre Microsoft Edge per visualizzare i risultati delle ricerche impedendo, quindi, ad altri programmi di reinderizzare a browser come Chrome e Firefox. Come detto anche in precedenza, queste novità sono state introdotte da Microsoft lato server e, quindi, risultano già attive per tutti gli utenti che sfruttano ogni giorno Cortana.

A questo punto è da valutare in che modo Microsoft intende gestire in futuro Cortana su Android dove, al momento, non è disponibile il browser Edge che resta un’esclusiva per Windows 10. Maggiori dettagli in tal senso emergeranno, senza alcun dubbio, già nel corso dei prossimi giorni. Continuate a seguirci per saperne di più.