A quante pare a Mountain View sono davvero preoccupati dalla rinascita di Microsoft attraverso Windows 8 e i nuovi Windows Phone. Infatti, dopo aver deciso di bloccare il supporto a Exchange Active Sync creando problemi alla sincronizzazione della posta Gmail su Windows Phone, Google ha deciso di sferrare un altro colpo al nuovo sistema operativo mobile di Microsoft.

Nonostante non fosse mai stata realizzata un’app per gli smartphone di Microsoft, Google Maps era utilizzabile tramite la webapp raggiungibile all’indirizzo maps.google.com. Da oggi, però, Google ha deciso di bloccare l’accesso a quell’indirizzo a tutti gli smartphone Windows Phone (sia 7 che 8) reindirizzandoli all’homepage del motore di ricerca.

Questo problema non si verifica se ci si reca al link sopraindicato con un iPhone o con un Android (che oltretutto hanno già l’applicazione di Google Maps e quindi non hanno alcun motivo per andare su quel sito).

Fortunatamente sia Bing Maps (presente sui Windows Phone) che Nokia Maps (una versione di Bing Maps esclusiva per i Nokia Lumia) funzionano perfettamente e quindi non c’è nessuna necessità di utilizzare le mappe di Google, però viene da chiedersi come mai a Mountain View sono così preoccupati dall’ascesa di Windows Phone.