HTC è uno dei produttori di smartphone più famosi al mondo, nato producendo palmari con Windows Mobile (l’antenato di Windows Phone).
Negli ultimi anni si è concentrato nella vendita di smartphone Android producendo ottimi prodotti ma, complice il predominio di Samsung, di recente le vendite sono crollate al punto da far temere il peggio per l’azienda taiwanese.

Ma proprio grazie a un ritorno alle origini con HTC 8X e 8S, ovvero i suoi primi telefoni Windows Phone, HTC ha avuto un incremento delle vendite nel mese di novembre del 23% rispetto allo scorso mese.

Sicuramente l’azienda di Taiwan è stata aiutata dall’ottimo sistema operativo creato da Microsoft, che sta attirando molti nuovi acquirenti, e dalla difficoltà di Nokia nel distribuire grossi quantità di Nokia Lumia 820 e 920 (non parliamo di Samsung e il suo inesistente Ativ S) ma sta di fatto che il ritorno a Windows segna per HTC la fine di una caduta libera

HTC 8X è in vendita al presso di 549€ e dovrà giocarsi lo scettro di miglior smartphone Windows Phone 8 con il Nokia Lumia 920 e il Samsung Ativ S. Ma a Taiwan hanno realizzato anche l’HTC 8S che, al costo di 299€, è al momento l’unico smartphone di fascia medio-bassa presente sul mercato.