Lo store di Windows Phone vedrà un aggiornamento dei prezzi delle applicazioni. Microsoft avvisa con una e-mail tutti gli sviluppatori, e sottolinea come questo cambiamento sia necessario per restare al passo con i cambiamenti del mercato finanziario, e del cambio delle valute correlato.

E’ chiaro che una notizia del genere potrebbe sembrare una brutta news per un utente possessore di Windows Phone, ma non spaventatevi, in realtà questo cambiamento (almeno per ora) sembra potrà portare prezzi più ridotti sullo store di Microsoft. Questa operazione che Microsoft sembra considerare di routine, ma che in realtà a nostro parere segna un importante cambiamento,  viene fatta per allineare i prezzi con il mercato globale, e sembra che per una volta, grazie alla nostra moneta, potrebbe far si che i prezzi in Italia sullo store di Microsoft calino, non così considerevolmente, ma comunque scendano.

Prezzi applicazioni Windows Phone

L’aggiornamento dei prezzi sullo Store

Come potete vedere nell’immagine dell’e-mail arrivata a tutti gli sviluppatori di Microsoft proprio da qualche ora, prelevata da Windows Central, L’azienda avvisa tutti i suoi dev registrati alla piattaforma, che l’aggiornamento dei prezzi toccherà tutti i Paesi tranne gli USA, dove il prezzo rimarrà invariato.

Il cambiamento sta nel fatto che Microsoft considererà come prezzo di partenza il Dollaro USA, e farà il cambio di valuta esatto per calcolare il prezzo dei diversi Tier  a disposizione degli sviluppatori, facendo in modo che con molta probabilità gli utenti italiani potranno pagare meno di quanto costino ora tutte le applicazioni a pagamento.

Cerchiamo di rendere la questione chiara. In pratica, se fino ad oggi un’applicazione costava 1,99$ nello store USA e 1,99€ nello store Italia, dal 13 Aprile, data in cui Microsoft dovrebbe fare lo switch, la stessa app si pagherà 1,99$ negli USA contro 1,82€ in Italia.

Una notizia che sicuramente potrà rendere un po’ più contenti gli user, ma forse un po’ meno gli sviluppatori italiani, visto che significherà rivedere il costo per app. Naturalmente la cosa crediamo non cambi radicalmente il profilo, il numero di download, ed il costo delle applicazioni in Italia, visto che si tratta di qualche centesimo, ma gli sviluppatori, almeno in parte, dovranno rivedere le strategie di mercato.

Inoltre, se in Italia non ci si può lamentare del cambiamento, in altre realtà questo cambia in negativo (per gli utenti) il costo dell’applicazioni, e ci sono Paesi in cui il prezzo aumenterà addirittura del 20%. Nazioni come l’Ucraina, la Svezia, La Polonia, la Colombia o L’Argentina, vedranno un aumento sostanziale del prezzo, e si vedrà come reagirà il mercato delle applicazioni a tale cambiamento. Non resta che attendere quindi il 13 Aprile per capire come reagirà il mercato degli acquisti sullo store di Microsoft a questo importante cambiamento globale.