Microsoft quest’anno ha preso parte al Salone Internazionale del Mobile dato che si è messa in collaborazione con il famoso designer e art director Sergio Pappalettera, presentando un’installazione che non passerà del tutto innosservata.

Il designer Sergio Pappalettera, descrive con queste parole l’installazione di Microsoft al Fuori Salone di Milano “la tecnologia non intrappola. Al contrario, dà la possibilità di esprimersi senza doversi per forza esporre”. Questo enorme installazione è situata al centro di via Tortona e all’angolo con via Bergognone; l’opera accoglie migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, eseguendo dei giochi di luci e forme. La casa di Remond in seguito ha anche chiamato Lorenzo Cherubini per intrattenere il pubblico svariato di Milano e per far esaltare i prodotti del famoso marchio che usa come sistema operativo Windows.

fuorisalone 2015

Come nei concerti e negli stadi, anche qui ho poco tempo per catturare l’attenzione di chi passa. Bisogna suscitare stupore”, spiega Pappalettera. Per riuscire in questo scopo Sergio ha attivato un sensore Kinect, che posizionato davanti a dove le persone ballano, le figure si vedono in maniera diversa con le luci del grande cubo. Le mosse che vengono fatte davanti al cubo risulteranno astratte grazie a questo sensore, così il protagonista dell’opera vede subito il risultato sugli schermi circostanti e sugli smartphone Lumia. Oltre a tutto questo nuovo sistema, ci si mettono a fare la loro parte anche i tablet che vengono utilizzati come strumenti musicali.  

Tutto questo accade all’interno, mentre all’esterno dell’installazione non è da meno, chi si muove per le vie di Milano, troverà dei grandi cubi colorati dove potrà trovare una sorta di paradiso.