La Patch Tuesday rappresenta la sfida di Microsoft a se stessa per quanto riguarda il miglioramento continuo delle funzionalità Windows 10. Col rilascio dell’ultimo cumulative-update, Microsoft ha fatto uno scivolone su Outlook che sta creando qualche magagna ai propri utenti.

 

Outlook patch

 

Outlook, server postale fuori servizio

Con lo scopo di risolvere bug e disservizi noti, Microsoft si è imposta il rilascio settimanale di una patch cumulativa di sicurezza che porti al perseguire delle proprie intenzioni circa il raggiungimento della best-user-experience che l’azienda adotta ora come politica standard. Una cosa positiva che sommata all’attenzione palesata attraverso il rilascio prossimo del nuovo sistema mobile conferisce senz’altro più credibilità al lavoro dell’azienda.

Forse per i ritmi forsennati, forse per una svista (e non sarebbe la prima volta quest’anno), l’applicazione degli aggiornamenti ha provocato più danni di quanto se ne potessero evitare. L’aggiornamento rilasciato negli scorsi giorni da Microsoft ha infatti condotto ad un disaccordo tecnico con il client Outlook, messo fuori gioco dall’update codificato KB3097877 che potrebbe mettere in cattiva luce la proposta lanciata per suo volere, senza contare le recenti rivelazioni volte a screditare il loro operato.

Tutti i sistemi operativi supportati hanno in automatico ricevuto ed installato silenziosamente l’aggiornamento che si è fatto sentire a piena voce nel momento in cui molti utenti hanno visto Outlook messo alle corde. Impossibile usare il programma. Dopo l’installazione della patch di sicurezza il programma crasha improvvisamente alla sua apertura precludendo così un suo possibile utilizzo.

 

outlook non funziona

 

L’azienda si è assunta le proprie responsabilità dichiarando di essere a priori a conoscenza del fatto e che questo è in via di risoluzione. Gli analisti sono già al lavoro su una patch di supporto dedicata. Nonostante ciò, il verificarsi di tale condizione è strettamente legato a specifiche condizioni tant’è vero che non è universalmente vero che l’applicazione non funziona per tutti gli utenti.

Come di consueto, il canale standard per la distribuzione della patch rimane il classico Windows Update nonostante Microsoft non abbia fornito notizie certe in merito alle tempistiche di rilascio. Chissà se già entro il prossimo martedì riceveremo una risposta al problema.

Se anche voi avete riscontrato qualche problema non vi resta che attendere il rilascio ufficiale della patch correttiva. Altrimenti, se proprio ne avete l’impellenza, orientatevi momentaneamente su client di terze parti gratuiti. Outlook ritornerà presto all’attivo.

Fonte: DownToday