Nelle ultime ore hanno fatto la loro comparsa in rete nuove immagini dedicate al nuovo Project Spartan, il nuovo browser per la navigazione web su cui Microsoft sta lavorando già da diversi e che, con l’arrivo di Windows 10, andrà a sostituire, sotto forma di Universal App, Internet Explorer come browser di riferimento per l’ecosistema Microsoft. Le immagini in questione, che vi proponiamo in calce all’articolo, mettono in evidenzia alcuni interessanti elementi dell’interfaccia di Spartan per smartphone e tablet con Windows 10.

Per quanto riguarda la versione tablet di Spartan, possiamo evidenziare come la barra degli indirizzi venga posizionata nella parte alta del display, in modo del tutto simile a quanto avviene con la versione desktop del browser. Nella parte bassa, invece, vengono posizionati i tre tasti virtuali che gestiscono le funzioni base del tablet con Windows 10.

Per quanto riguarda i display più compatti degli smartphone, invece, si segnala un’interessante novità rispetto a quanto rivelato da Microsoft stessa a gennaio. Spartan per smartphone, infatti, presenterà la barra degli indirizzi in basso, cosi come avviene con Internet Explorer per Windows Phone. Questa scelta evidenzia la volontà di Microsoft di sperimentare soluzioni diverse e, soprattutto, prestare molta attenzione ai feedback degli utenti che avevano sollevato più di un dubbio in merito alla scelta di posizionare in alto la barra degli indirizzi.

Project Spartan non è ancora stato rilasciato nella Technical Preview di Windows 10. Microsoft, in ogni caso, dovrebbe introdurre una prima versione del suo browser all’interno della prossima build di Windows 10 per desktop. Difficile, ma non del tutto impossibile, che Spartan debutti anche su smartphone in occasione del rilascio della prossima build di Windows 10 per smartphone. Maggiori dettagli in merito a Project Spartan arriveranno, senza alcun dubbio, nel corso dei prossimi giorni. Microsoft continua con il suo programma di sviluppo a marce serrate. Di seguito le immagini di Spartan per smartphone e tablet. Si evidenzia che tali immagini sono state tratte da una slide della conferenza di Microsoft al WinHEC e, come tale, non possono contare su di una qualità particolarmente elevata.