I risultati finanziari del primo trimestre solare del 2016 (in termini fiscali è il terzo trimestre del 2016), mettono in evidenza un aspetto oramai chiaro a tutti. Le vendite di dispositivi Windows 10 Mobile sono ridotte ai minimi termini. Tra gennaio e marzo 2016, Microsoft ha infatti commercializzato appena 2,3 milioni di unità in tutto il mondo con un calo del 73% su base annua. 

Lo scarso interesse da parte dell’utenza, la totale assenza di una campagna promozionale da parte di Microsoft e l’arrivo sul mercato di dispositivi che hanno convinto solo in parte, come ad esempio il recente Lumia 650, sono i principali fattori a determinare questa fortissima flessione già anticipata da Microsoft che, nei giorni scorsi, dichiarò che Windows 10 Mobile non rappresenta una priorità per questo 2016. Ricordiamo che Microsoft, al momento, non ha in cantiere altri smartphone e, probabilmente, sino all’arrivo del nuovo Surface Phone, atteso per il 2017, non ci saranno novità di rilievo per il mercato mobile. La gamma di smartphone Windows 10 si arricchirà nei prossimi mesi con il debutto di prodotti molto interessanti come l’HP Elite x3 e l’Alcatel Idol 4 Pro. 

A confortare l’azienda americana sono i risultati finanziari di tutte le altre divisioni ed, in particolare, della divisione Surface che cresce del 61% su base annua raggiungendo 1,1 miliardi di dollari di ricavi grazie al successo del Surface Pro 4 e del Surface Book (ancora non disponibile in Italia purtroppo).

Per quanto riguarda le altre divisioni aziendali, arrivano buoni risultati da Bing, in crescita del +18%, e dal numero di utenti Xbox Live, in crescita rispetto allo scorso anno del 26% con un totale di 46 milioni di iscritti. Continua, inoltre, la crescita inarrestabile dei servizi cloud di Azure, con ricavi in aumento del 120%. Bene anche il servizio Office 365 che raggiunge un buon +63% con un totale di 22.2 milioni di utenti iscritti.