La fine del periodo di aggiornamento gratuito coincide con il rallentamento della crescita di Windows 10. Secondo gli ultimi dati diffusi da NetMarketShare, infatti, il nuovo OS di casa Microsoft ha registrato, alla fine del mese di settembre, un leggerissimo calo per quanto riguarda la sua diffusione su PC, notebook, tablet e convertibili.

Stando ai dati aggiornati a fine settembre, infatti, Windows 10 è ora presente sul 22,53% dei dispositivi desktop attualmente attivi. Questo caso evidenzia un leggerissimo calo rispetto ai dati del mese scorso quando Windows 10 aveva fatto registrare una quota di mercato del 22,99%. A beneficiare del calo di Windows 10 è, sorprendentemente, Windows 7 che registra una crescita leggera passando dal 47.25% del mese scorso al 48.27%. Piccolo calo anche per l’eterno Windows XP che passa dal 9.36 al 9.11%.

Leggi anche: Windows 10 Mobile, tante novità in arrivo per Continuum

In sostanza, il mese di settembre si è caratterizzato come un periodo di transizione per il mercato degli OS. Windows 10, infatti, dopo la fine del periodo di aggiornamento gratuito da Windows 7 e Windows 8/8.1, non riesce a continuare nel suo periodo di crescita. L’arrivo sul mercato dei notebook di nuova generazione con processori Intel Core Kaby Lake, che monteranno tutti Windows 10, dovrebbe garantire una nuova crescita all’OS che entro la fine dell’anno potrebbe raggiungere un market share del 25%. La leadership di Windows 7 è però ancora lontana e potrebbe durare ancora per molti anni. Continuate, quindi, a seguirci con attenzione nel corso delle prossime settimane per tutte le novità in arrivo per Windows 10.