Tra le novità introdotte dalla nuova build 14316 di Windows 10 per gli utenti iscritti al programma Windows Insider troviamo un piccolo ma interessante aggiornamento anche per le schermate di crash, il famigerato blue screen of death, che informano gli utenti in merito ad un determinato errore in caso di arresto e crash del sistema.

A partire da questa nuova build, infatti, Microsoft ha introdotto un codice QR all’interno della schermata di crash che permetterà all’utente, sfruttando un dispositivo mobile, di collegarsi rapidamente al sito Windows.com/stopcode ed identificare in modo completo l’origine del problema che ha causato l’arresto del proprio device Windows 10. Lo “stop code” viene, inoltre, indicato, in maiuscolo, nella parte bassa della pagina. In caso si richieda assistenza tecnica è necessario comunicare questo codice al fine di aiutare il tecnico stesso ad identificare e risolvere il problema. windows 10

L’introduzione del codice QR potrebbe aiutare, senza dubbio, gli utenti, almeno in alcuni casi, ad individuare autonomamente la fonte del problema anche se è da valutare l’effettivo utilizzo di questa funzione. Molti PC, infatti, si riavviano rapidamente mostrando solo per pochi istanti la pagina d’errore. In questi caso, di certo, non vi sarà il tempo sufficiente per raggiungere lo smartphone e accedere alla pagina di informazioni sfruttando il codice QR. In ogni caso, nel corso delle prossime build, Microsoft potrebbe arricchire la sezione d’informazioni delle pagine di crash di Windows 10 al fine di aiutare, maggiormente, gli utenti.

Ricordiamo, infatti, che il programma Windows Insider continuerà a ricevere nuove build nel corso di tutta la primavera. Il prossimo maxi-aggiornamento è, infatti, atteso per l’estate con il nome di Windows 10 Anniversary Update. Continuate, quindi, a seguirci per tutte le novità in arrivo per il sistema operativo di Microsoft nel corso dei prossimi giorni.