Il Mobile World Congress 2015 di Barcellona rappresenta un momento davvero molto importante per il mondo Windows Phone e per il futuro Windows 10. Oltre alla presentazione dei nuovi Lumia 640 e Lumia 640 XL, infatti, arriva l’ufficialità in merito al supporto dei processori Intel x86 per i futuri smartphone dotati di sistema operativo Windows 10. Si tratta, senza alcun dubbio, di un’importante novità che andrà a contribuire in modo determinate alla crescita del mondo mobile di Microsoft.

Intel entrerà, quindi, nel mercato dei device Windows in particolare con i chip Intel Atom x3, nome in codice SoFIA che saranno montati su smartphone con prezzi compresi tra i 75 ed i 249 dollari. I primi benchmark, che per ora sono puramente indicativi, hanno evidenziato come i chip Intel Atom x3 si caratterizzino per performance mediamente superiori ai chip Snapdragon 200/400 ed a CPU MediaTek (MT6582).

La gamma Intel Atom x3 è formata da tre diversi modelli. L’X3-C3130 si presenta con una CPU Dual-Core da 1 GHz a 64 bit con GPU Mali 400, memorie LPDDR2 e supporto connettività HSPA+ fino a 21Mbps. L’Intel Atom X3-C3230RK presenta un’architettura Quad-Core con clock da 1.2GHz 64-bit e GPU Mali 450, supporto memorie LPDDR2/3 o DDR3/L e connettività HSPA+. Il terzo modello è l’Intel Atom  X3-C3440 sempre a 64 bit con CPU Quad-Core da 1.4GHz con GPU Mali T720, memorie LPDDR2/3 e supporto connettività LTE Cat 4/6. Questi tre chip rappresenteranno validissime alternative per i futuri smartphone con sistema operativo Windows 10 che, a partire dalla seconda parte del 2015, andranno ad occupare la fascia media e bassa del mercato.

La nuova generazione di chip Intel per device mobile comprenderà anche le famiglie Intel Atom x5 e Intel Atom x7. Questi chip, che rappresentano il punto di unione tra i chip x3 e i processori Intel Core M, sono destinati a smartphone, phablet, tablet, ibridi 2-in-1 di fascia più alta e garantiranno prestazioni nettamente superiori rispetto ai chip che troveremo sui device con Atmon x3.