Nelle ultime ore, Microsoft ha completatole pratiche per il deposito del marchio Windows 365 negli USA riportando cosi in prima pagina un’indiscrezione di alcuni mesi fa legata alla possibilità del debutto di un piano d’abbonamento annuale dedicato al sistema operativo dell’azienda.

Per ora non vi sono informazioni specifiche di alcun tipo in merito alla natura esatta di Windows 365 ma appare chiaro che l’azienda americana stia valutando già da un po’ di tempo tutte le strade in cui sviluppare il suo business. Dopo la decisione di rendere gratuito, per il primo anno, l’upgrade da Windows 7 e Windows 8 al nuovo Windows 10, in arrivo nella seconda parte dell’anno, la possibilità che Microsoft presenti una sorta di sistema operativo in abbonamento appare sempre più probabile.

L’idea alla base di Windows 365 era emersa già lo scorso anno in un documento leaked che evidenziava quest’interessante possibilità. E’ evidente come questa scelta potrebbe essere riservata ad utenti del mondo desktop e magari, arricchita con tutta una serie di servizi integrativi, potrebbe rivelarsi un’arma vincente per il mercato aziendale che rappresenta un importantissimo bacino d’utenza per Microsoft.

In ogni caso, per attendere maggiori dettagli in merito alla possibilità che Windows 365 si riveli ciò che possiamo ipotizzare sino ad oggi, dovremo attendere il rilascio di maggiori dettagli in merito al nuovo Windows 10 che, una volta concluso il lungo periodo di test, dovrebbe essere disponibili nella seconda parte dell’anno in corso, probabilmente dopo la fine dell’estate prossima. Per ora non ci resta che attendere nuove informazioni ufficiali in tal senso da parte di Microsoft.