Con la presentazione ufficiale dei nuovi Lumia 640 e Lumia 640 XL, avvenuta ad inizio marzo nel corso del Mobile World Congress 2015 di Barcellona, Microsoft ha svelato anche il nuovo Windows Phone 8.1 GDR2, l’ultima versione di Windows Phone prima del passaggio a Windows 10 che avverrà sul finire dell’estate prossima.

Grazie al nuovo Windows Phone 8.1 GDR2, apprendiamo dalla documentazione ufficiale per gli sviluppatori, Microsoft introduce alcune interessanti funzioni nel suo sistema operativo che, possiamo star pur certi, saranno riproposte anche in Windows 10 per smartphone, la cui nuova build sarà rilasciata nel corso della giornata di domani.

Tra le nuove funzioni disponibili con il nuovo Windows Phone 8.1 GDR2 si segnala la possibilità di bloccare il device in caso di furto. In sostanza, l’utente potrà adottare un vero e proprio sistema anti-furto per bloccare il telefono in caso di smarrimento o furto e proteggere, quindi, tutti i dati personali presenti sul proprio smartphone.

Il blocco del device dovrà essere introdotto dai singoli OEM e si articolerà, essenzialmente, in due differenti funzioni. La prima, chiamata “Protezione di Ripristino e Riattivazione”, impedirà di resettare il device alle impostazioni di fabbrica e la reinstallazione del software di sistema. La seconda, invece, “Protezione anti rollback” non consentirà di effettuare il downgrade del software ad una versione precedente che non presenti il supporto alla funzione “Protezione di Ripristino e Riattivazione”. Queste nuove funzioni di sicurezza, come detto, debuttano con Windows Phone 8.1 GDR2 ma sono destinate a diventare parte integrate del sistema di protezione della versione mobile di Windows 10. Maggiori dettagli, in ogni caso, emergeranno senza dubbio nel corso dei prossimi giorni magari con il rilascio della prossima build di Windows 10 Technical Preview per smartphone.